Social Media Marketing

Il live streaming è uno dei trend del 2018 nel social media marketing. la maggior parte delle piattaforme hanno implementato questa future per fare le live: da Facebook a Instagram, da Youtube a Twitter, per non parlare di Twitch.

Come professionista del Digital Marketing sono sempre attenta ai trend digital e ai nuovo modi di interagire con la propria audience attraverso i social media.

Il live streaming rappresenta una vera opportunità per professionisti e aziende che vogliono raggiungere il proprio pubblico e attivare strategie social per portare i potenziali clienti a compiere un’azione.

Live Streaming: interagisci live sui social media

 

La live è un format per creare engagement con la propria community, interagire in real time in modo diretto attraverso un video. Inoltre le persone hanno la possibilità di interagire live direttamente con il brand e conoscere pareri e considerazioni degli altri partecipanti alla diretta.

Una volta per andare in diretta era necessario contattare un media, ed era riservato a poche persone ed in occasioni particolari. Ora, grazie ai social media, abbiamo a disposizione questo strumento per trarne dei vantaggi, ed è anche free!

In questo post spiego le motivazioni per cui bisogna integrare il live streaming in una social media strategy, e come impostare il lavoro sulla base di quello che ho potuto notare da parte di professionisti ed aziende, ma soprattutto sulla base della mia esperienza con #Social10Live, il mio format Live su Instagram dedicato al Social Media Marketing.

Live Streaming: per quale motivo andare live?

Ho raccolto diverse motivazioni e idee per cui trovo indispensabile creare un format live per la propria audience, se ne hai delle altre scrivile nei commenti così facciamo una bella raccolta di idee. Queste di seguito sono le motivazioni, dal mio punto di vista, principali:

  • Nuova forma di interazione. A differenza dei video, grazie al live streaming si può interagire con la propria audience in modo diretto e in real time. Questo rende la comunicazione più reale e rafforza il rapporto con il pubblico.
  • Customer Support. Fornire un supporto ai clienti attuali e potenziali, oppure creare un format Q&A (domande e risposte). Infatti prima della live si raccolgono le domande del pubblico sui social o ricevuto attraverso messaggi diretti, riguardanti dubbi su prodotti e servizi, in modo da fornire un’assistenza live.
  • Nuova forma di promozione (advertising). Invece di investire budget in adv sui social, le live permettono di promuoversi in tempo reale e interagire con l’audience. Questo può rafforzare la credibilità di una persona o azienda.
  • Fare inbound marketing. Se sei un imprenditore che attua spesso strategie di inbound marketing, puoi creare una serie di appuntamenti dove successivamente porti le persone a compiere un’azione diretta sul sito web, tipo l’acquisto di un prodotto o servizio.

In realtà tutte queste idee, potrebbero essere forme di inbound marketing: un modo per attrarre nuovi clienti nella propria azienda e fidelizzare quelli attuali.

Live streaming: come attuare un piano di azione

C’è sempre un piano di azione in ogni situazione che riguarda i contenuti o comunque promuoversi ad un crowd/community.

Si può iniziare in 2 modi:

  1. La fase beta, scegliere alcuni argomenti e inserirli in un poll su Instagram o Facebook facendo scegliere alla community l’argomento, dopo fissare l’appuntamento della live con giorno e orario e in quale canale social si deve effettuare la live.
  2. Redigere un piano di azione di argomenti che abbiano anche un secondo fine, ad esempio la promozione di un prodotto o servizio, oppure dare delle anticipazioni su nuove future su un prodotto. Oppure, hai un blog e vuoi portare maggiore traffico.

La fase beta, è la fase di sperimentazione dove si vuole testare il tipo di format e la reazione del pubblico (questo è quello che ho fatto con #Social10Live).

Il secondo modo riguarda un piano più strutturato, dove si deve raggiungere uno scopo ben preciso, quello di portare un utente a compiere un’azione.

Quali valutazioni fare in un live streaming

Sia che si decide per la fase beta che per il piano con un obiettivo ben preciso, bisogna farsi trovare ben preparati ed essere propositivi nei confronti della propria audience. Le valutazioni da fare sono le seguenti:

  • scegliere il canale giusto dove svolgere la diretta, soprattutto dove si ha una audience più ampia o dove si vuole costruire un pubblico ben preciso
  • comunicare la diretta almeno 24 ore prima
  • decidere se fare una diretta da smartphone oppure dal pc
  • imparare bene l’argomento che si deve esporre e cercare di prevenire gli inconvenienti

Queste sono alcune delle valutazioni che ho potuto annotare con la mia esperienza con le live.

#Social10Live: il format dedicato al social media marketing

#Social10Live è il mio format live su Instagram dedicato al social media marketing e digital. Un format che ho deciso di inserire nella mia strategia social per farmi conoscere in modo diverso dall’attività di blogging e social.

Inoltre ho voluto questo format per aprirmi ancora di più nei confronti della mia audience e esercitarmi a parlare di fronte a uno smartphone e pubblico live, con tutti i pregi e i difetti che potrebbe avere una diretta.

Quando ho deciso questo format l’ho fatto considerando il tipo di canale e il tempo da dedicare. Infatti, per questo gli ho dato il nome #Social10Live: 10 minuti di diretta, 7 minuti parlo dell’argomento oggetto della diretta e 3 minuti li dedico alle domande che mi fanno le persone presenti durante la live.

Se devo fare un bilancio delle dirette posso ritenermi soddisfatta, per l’interazione e per i temi affrontati.

Ricapitolando

Il live streaming è una forma diretta di promozione e un modo per mantenere un contatto diretto con la propria audience e acquisire fiducia. Andare live non è un gioco, è un impegno che si prende nei confronti del pubblico e verso se stessi.

Potranno capitare live che vanno molto bene e altre meno bene. Come in tutte le cose bisogna testare e salvare il lavoro svolto e valutare le cose che non sono andate bene, per poi la prossima volta fare meglio.

C’è un momento specifico per testare format live? Ė sempre il momento giusto per testare e creare engagement con la propria community.


Social Media Specialist, guido le piccole e medie imprese a sviluppare una presenza e distribuzione online attraverso i social media, grazie allo studio della strategia attraverso il metodo Growth Hacking.

Condividi