Instagram per il business: come promuovere un’attività locale

Sempre più aziende locali come negozi, ristoranti, hotel e bar, hanno deciso di posizionarsi su Instagram per aumentare la notorietà nella località in cui vivono e attirare potenziali clienti.

Secondo i dati forniti dalla piattaforma Instagram, sono 200 milioni i profili aziendali, oltre il 60% delle persone scoprono nuovi prodotti e servizi all’interno della piattaforma, e 1/3 delle visualizzazioni delle stories sono di profili aziendali.

Ogni anno Instagram, rilascia nuovi strumenti di business per permettere alle attività locali, influencer, liberi professionisti e corporate di fare business nella piattaforma. Pensiamo a shop e tutti i nuovi format di contenuti, prima con le stories e poi con i reel.

Per non parlare dell’aggiunta della sezione shop per le attività business, la possibilità di vendere prodotti direttamente da un account Instagram senza uscire dall’app.

In Italia, Instagram, è la terza piattaforma più utilizzata dagli italiani per rimanere in contatto con le celebrity e condividere momenti della loro vita, questo secondo il report di giugno 2019 “Italiani e Social Media” di BlogMeter. 

Ma, quali sono i vantaggi per un’attività locale anche a livello internazionale? Ne parlo in questo breve video sul mio canale Youtube.

Instagram per il business: da dove iniziare

In modo da rendere il profilo una risorsa di business e attirare potenziali clienti, è necessario:

  • sapere quale audience vogliamo attirare
  • studiare i contenuti da pubblicare (foto, video, stories, reel)
  • creare delle liste di hashtag per aumentare l’engagement dei post nella gallery, reel, video IGTV
  • dedicare budget per promuovere post o portare traffico verso il sito web
  • interagire con follower e altri account

Per avere una buona presenza su Instagram bisogna considerare questi aspetti:

  • Bio
  • Contenuti della Gallery
  • Stories e Highlights
  • Reel
  • Canale IGTV

Instagram per il business: come impostare una bio 

Per una bio efficace è fondamentale:

  • Inserire un immagine di profilo che sia riconoscibile e visibile, si può inserire il logoaziendale. Sconsiglio foto con l’ingresso dell’attività. La foto profilo deve essere riconoscibile agli occhi dell’utente.
  • Settare la bio in modo efficace: scrivere esattamente chi siamo e cosa possiamo fare per loro;
  • si può decidere di inserire un hashtag legato all’attività, oppure creare un hashtag per l’azienda che sarà il punto di riferimento della community
  • Geolocalizzare l’attività, collegare la pagina local di Facebook con l’account business di Instagram

Ecco un esempio di bio dell’attività local di famiglia su Instagram:

Instagram per il business: quai contenuti creare 

Lo studio dei contenuti è utile per attrarre potenziali clienti e creare il giusto engagement nella piattaforma. Quindi, è necessario studiare i contenuti nella sua creatività come immagini e video, pianificarli e programmarli in un piano editoriale.

Quando si crea un piano editoriale per Instagram, è necessario creare i contenuti in base agli obiettivi di marketing e business.

Possiamo creare e condividere 5 tipologie di contenuti per 5 posizionamenti diversi:

  • Post del feed (contenuti della gallery)
  • Stories
  • Storia in evidenza (contenuti sponsorizzato)
  • Reel
  • Video di IGTV

In base agli obiettivi dell’attività, settore di mercato, dobbiamo decidere quali posizionamenti dare maggior priorità in base alle preferenze della nostra audience.

Se l’attività ha un pubblico di Millennials e Young Generation (la generazione al di sotto i 18 anni di età), preferiranno contenuti come stories, video igtv e reel.

Se l’attività ha un pubblico come la Generazione Y e Baby Boomers preferiranno i contenuti della gallery e video IGTV. 

Questi consigli non sono una regola, ma possono esserti di aiuto ad orientare le scelte di creazione di contenuti nella piattaforma.

Ti consiglio di vedere una mia live dove parlo di Instagram Marketing: do e doesn’t.

Gli argomenti della live:

– 5 trucchi per crescere su Instagram
– 5 errori da evitare su Instagram

Post nel Feed: contenuti della gallery

La Gallery di Instagram esattamente come la Pagina Facebook, ha bisogno di un piano editoriale per raggiungere gli obiettivi.

Ti consiglio di leggere questo articolo per creare un piano editoriale -> Piano editoriale social, come partire 

Quello che differenzia lo sviluppo del Piano Editoriale di Instagram rispetto a Facebook è lo studio della gallery. Infatti è necessario creare una gallery d’effetto per attirare potenziali follower su Instagram.

Ecco alcuni esempi di gallery da cui trarre ispirazione:

Sono gallery diverse basate su obiettivi diversi:

  • la gallery dell’account Costa Smeralda Official, è basata sul racconto della località balneare Costa Smeralda e attirare potenziali turisti verso la località
  • la gallery di Mr. Wonderful, è basata sull’intrattenimento della community intorno ai prodotti come agende e planner che vendono attraverso l’area shop di instagram.

Ogni anno ci sono trend differenti su come creare una gallery d’effetto, vorrei darti ulteriori consigli su come creare una gallery:

  • se basi i post nel feed su contenuti fotografici, abbi cura di creare delle belle foto. Puoi chiedere una collaborazione con una fotografa/fotografo.
  • se crei contenuti grafici, puoi farti aiutare da una brava graphic design oppure utilizzare tool come canva.com, crello.com

Ti consiglio anche PostMuse app, molto utile per creare contenuti per la gallery e stories. Disponibile per Ios e Android.

Questi sono alcuni consigli su come creare una gallery in base agli obiettivi.

Come editare un post nel feed di Instagram.

Come dico sempre il contenuto su Instagram va posizionato per località e hashtag, in che modo?

  • inserire il geotag, inserire la via dove è presente l’attività locale
  • inserire una buona descrizione nella caption, aiuta ad aumentare l’engagement
  • inserire tag nella foto dove è necessario. Non taggare persone o brand o altri account se non sono presenti nella foto
  • inserire i giusti hashtag. Creare una lista di Hashtag per località, interessi e tipologia di business.

Come fare ricerca di Hashtag.

Per creare una buona lista di hashtag ti consiglio di utilizzare questi tre strumenti:

  • la search di Instagram, sempre ottima consigliera su quali hashtag sono di tendenza per ogni categoria e come posizionare un contenuti tra i popolari
  • può venirti in aiuto Display Porposes, per trovare hashtag per località e interessi.

Per analizzare l’efficacia della lista di hashtag ti consiglio di analizzare ogni settimana i contenuti e quanto engagement hanno avuto in termini di:

  • copertura
  • impressions
  • like
  • commenti
  • salva il post
  • visite al profilo

Puoi analizzare gli insight del profilo dall’account oppure puoi utilizzare Ninjalitics. Un tool free per analizzare l’engagement di un account Instagram.

Stories e highlights.

Ho sempre creduto nelle stories, sin da quando Instagram ha deciso di implementarle. Rappresentano una forma di intrattenimento per il pubblico presente nel profilo e per attirare una nuova audience. Per me è una forma diversa di fare content marketing sui social. Per non parlare della loro evoluzione degli ultimi mesi e delle novità sempre in roll out.

Ogni attività utilizza le stories non solo per parlare dei loro prodotti e servizi ma anche per raccontarsi in modi differenti.

Un modo per intrattenere più persone possibile e convertire i visitatori in clienti, è quello di rendere le stories coinvolgenti e diverse, ecco alcuni consigli:

  • informare dell’arrivo di nuovi prodotti
  • formative, stories how to
  • live streaming
  • tutorial
  • stories testuali
  • mini video

(Per aumentare la copertura delle stories si può inserire il luogo e fino a 10 hashtag per stories)

Inoltre, possiamo mettere le stories in evidenza e attirare un pubblico nuovo.

Highlights.

Grazie agli highlights, possiamo mettere in evidenza nella home del profilo le stories che riteniamo più rilevanti e che hanno avuto un maggiore engagement, in modo che diventino una risorsa per farci conoscere meglio da chi visita il profilo aziendale.

Si può decidere di dare un titolo agli highlights e aggiornarli periodicamente con le stories che si ritengono più rilevanti per farsi conoscere meglio dalle persone che visitano il nostro profilo per la prima volta.

Reel

Reel, l’ultima novità in casa Instagram, un format simile ai Tik Tok. Come le stories, le trovo davvero notevoli ed efficaci per i seguenti motivi:

  • attirare un pubblico nuovo
  • è un tipo di contenuto che è facile posizionarlo nella sezione esplora di Instagram e finire tra i contenuti popolari
  • un format di contenuto facile da editare come le stories e dove è possibile creare mini serie di 15 secondi

I Reel spopolano già su Instagram, come le stories.

Come editare un Reel.

I Reel possono essere creati dalla sezione stories, si può creare un video fino ad un massimo di 15 secondi, ed aggiungere una descrizione e inserire una lista di hashtag.

Un modo alternativo per creare un reel e caricare un video di 15 secondi creato da smartphone e editarlo in seguito. Per rendere il reel più attraente puoi aggiungere:

  • la musica
  • editare il video con un testo o emoji
  • aggiungere una descrizione e gli hashtag
  • scegliere la copertina

Come dico sempre bisogna sfruttare le future messe a disposizione nella piattaforma, crea il tuo primo reel!

Perchè creare un canale IGTV?

IGTV è la televisione di Instagram.  Per un’attività locale potrebbe essere utile condividere video verticali e fare storytelling con creatività diverse. Di seguito i miei consigli sul perchè devi creare video per IGTV:

  • Testare i contenuti in verticale
  • Farsi conoscere attraverso un video
  • Competere con un contenuto aggiuntivo rispetto ai competitor

Puoi aumentare le visualizzazioni del video se:

  • inserisci nella descrizione gli hashtag
  • pubblichi l’anteprima nella gallery
  • dai notizia dei tuoi video IGTV nelle stories

 

video IGTV

 

Inoltre ora puoi aggiungere i video live streaming su IGTV, e rendere sempre più ricco di contenuti il tuo canale.

Ti ricordo di creare una immagine di copertina per IGTV e inserire un titolo per ogni video creato.

P.S.: IGTV o Youtube? Ne parlo in un video nel mio canale

Definire un budget per promuovere l’attività su Instagram

Con un profilo aziendale è possibile promuovere l’attività nel feed e nelle stories. Basta cliccare su Promozioni oppure selezionare un contenuto nella gallery per dare visibilità e raggiungere un’audience nella propria località all’interno della piattaforma.

Puoi iniziare con pochi euro e valutare l’efficacia delle inserzioni con gli insight forniti dalla piattaforma.

Instagram, come social media per un’attività locale, può essere davvero una risorsa di business e marketing,  in modo da attirare nuovi clienti e fidelizzare quelli attuali.

Come sempre ti aspetto nei commenti del blog per sapere cosa ne pensi.

Se hai bisogno di una consulenza su Instagram per la tua attività locale, compila il form. 

Se ti è piaciuto questo contenuto, condividilo su:

Marina Pitzoi Growth Hacker

Mi chiamo Marina Pitzoi, sono una Social Media Specialist & Growth Hacker.
Con i clienti creo una relazione che mi aiuti a pianificare la strategia di growth hacking marketing adatta per far crescere un’azienda. L’obiettivo? Raggiungere i loro obiettivi di business e marketing attraverso il digitale.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noiCookie policy Cookie policy