Facebook Ads: guida dall’A alla Z

Sempre più aziende investono budget in Facebook Ads per aumentare la propria notorietà, promuovere i loro prodotti e servizi, creare campagne di retargeting.

Un imprenditore, social media manager e social media specialist, sa che non basta un piano editoriale per raggiungere gli obiettivi di business, ma è necessario investire budget in adv.

Dopo aver svolto corsi e workshop su Facebook Marketing e aver gestito più di 500 campagne ho deciso di scrivere una guida completa su come creare campagne Facebook per raggiungere gli obiettivi di marketing, avere campagne performanti e ottenere risultati concreti.

Quali obiettivi di business vogliono raggiungere le aziende.

I più importanti obiettivi di business che vogliono raggiungere imprenditori e aziende con le Campagne Facebook, sono:

  • brand awareness
  • aumentare le vendite di un e-commerce
  • lead generation
  • acquisire nuovi clienti
  • fidelizzare i clienti esistenti
  • sviluppare una community
  • creare campagne di re-targeting per lanciare nuovi prodotti

In questa Guida su Facebook Advertising dall’A alla Z, vedrai come ideare e creare una campagna, in nove punti:

  1. Perchè e quando investire in Facebook Advertising
  2. Come creare una campagna: dalla scelta dell’obiettivo alla creazione del pubblico
  3. Come scegliere i posizionamenti
  4. Come ottimizzare una campagna
  5. Come creare un’inserzione
  6. Come leggere i risultati raggiunti
  7. Quali errori evitare 
  8. Trend 2021 di Facebook Ads 
  9. Consigli e Suggerimenti

Una guida illustrata su come creare una campagna nel gestione inserzioni, creare report e leggere i risultati.

1. Perchè e quando investire in Facebook Ads?

Un’azienda decide di investire in Facebook Ads per raggiungere gli obiettivi di business che attraverso i canali tradizionali non potrebbe raggiungere. Inoltre, con la piattaforma Facebook si possono raggiungere diversi obiettivi, dalla notorietà fino agli obiettivi di conversione. 

Facebook Ads è una piattaforma adatta a qualsiasi tipo di attività, dal libero professionista, pmi, attività local, corporate, e-commerce. Non ha limiti.

Quando investire budget?

Il mio consiglio è quello di avere ben chiari gli obiettivi di marketing che si vogliono raggiungere, che vadano al di là della mera promozione, ma aver ben chiaro un piano di azione ben preciso dove vengono definiti:

  • obiettivi e target
  • prodotti e servizi da promuovere
  • budget da investire
  • studio della creatività

Dico questo, perchè investire in Facebook Ads non è un gioco.

Prima di iniziare con la guida passo passo e con la creazione della campagna, ricordo che è necessario avere un account pubblicitario ed aver inserito un metodo di pagamento valido

Ancora meglio se hai a disposizione un Business Manager, dove poter gestire più asset e linee di business dei tuoi clienti.

2. Come creare una campagna: dagli obiettivi al pubblico

Come dicevo prima, prima di recarti nel gestione inserzioni bisogna avere ben chiari gli obiettivi di marketing che si vogliono raggiungere.

È fondamentale:

  • definire gli obiettivi di marketing
  • Budget da destinare alla campagna
  • Definizione del pubblico 
  • Tipo di prodotto o servizio da promuovere
  • creatività e copy

Definire gli obiettivi di marketing 

Facebook mette a disposizione diversi obiettivi di marketing:

  • Notorietà (parte alta del funnel): con gli obiettivi di notorietà, si possono creare campagne di brand awareness e copertura;
  • Considerazione (parte centrale del funnel): sono collegati ad obiettivi di traffico verso il sito, visualizzazioni video, messaggi, interazione con post o eventi, generazione di contatti, installazione dell’app;
  • Conversione (parte finale del funnel): sono obiettivi di conversione di prodotti di catalogo verso l’e-commerce, traffico in vari punti vendita di un’attività local, vendita dei prodotti del catalogo.

Questi 3 obiettivi si differenziano in base a ciò che vuoi raggiungere nella tua attività.

Ogni obiettivo corrisponde ad una fase del funnel. 

In questo post ti guiderò su come creare una campagna traffico passo passo.

Nell’immagine qui sotto trovi come compilare correttamente i campi per assegnare il nome alla campagna, al gruppo di inserzioni e all’inserzione.

 

Budget da destinare alla campagna

La definizione del budget per una campagna Facebook dipende da:

  • il tempo di durata di una campagna: se sarà una campagna continuativa, oppure con un inizio ed una fine
  • quanto pubblico vuoi raggiungere
  • quanti risultati vuoi ottenere da una campagna
  • quanto budget hai a disposizione
  • quanti competitor promuovono gli stessi prodotti e servizi su Facebook

La definizione del budget dipende dal tipo di campagna che stai creando e dai risultati che vorresti ottenere, ne ho parlato in un post dedicato su come definire il budget per la creazione di una campagna Facebook.

Budget giornaliero o budget totale?

Definisco un budget giornaliero quando voglio avere un controllo sull’importo speso e risultati giornalieri per una campagna, oppure quando le campagne hanno una durata non definita.

Definisco un budget totale quando ho definito una programmazione con inizio e fine di una campagna.

Ci tengo a precisare che il budget verrà distribuito in base alla copertura potenziale che si tende raggiungere. In questo caso bisognerà valutare un aumento del budget, per ottenere i risultati stimati.

Definizione del Pubblico.

Posso creare 3 tipologie di pubblico in una campagna:

  • pubblico nuovo
  • pubblico personalizzato
  • pubblico looklike

Il Pubblico va studiato prima di inserire i dati e le informazioni del pubblico che voglio raggiungere con la campagna di traffico.

  • età
  • genere
  • luoghi
  • lingua, se crea una campagna diversa dal paese di residenza dell’account pubblicitario
  • Interessi, dati demografici, comportamenti

Pubblico nuovo.

Puoi creare un pubblico da zero oppure usare un pubblico salvato. Se sei all’inizio dovrai crearlo nuovo e salvarlo in modo da avere un pubblico a disposizione da utilizzare nelle campagne.

Come puoi vedere nell’immagine qui sotto, devi prestare attenzione a selezionare quali persone vuoi raggiungere. 

Crea un nuovo pubblico per la campagne Facebook

 

Prosegui inserendo i luoghi e il raggio d’azione, età, generi e lingua.

Nel definire il pubblico puoi selezionare la targetizzazione dettagliata. Dovrai inserire gli interessi legati al brand e ai prodotti e servizi che vuoi promuovere.

Vuoi un pubblico più definito? Targetizza per:

  • dati demografici: sposati, divorziati, diplomati
  • interessi
  • comportamenti: acquisti online, uso dello smartphone

Pubblico personalizzato.

Oltre al pubblico nuovo, puoi creare un pubblico personalizzato. Il pubblico personalizzato è quel pubblico che ha già interagito e mostrato interesse verso il brand, attraverso le fonti di facebook, oppure, le tue fonti, come una lista e-mail.

Lo puoi vedere dall’immagine qui sotto.

Crea un pubblico personalizzato

Per crearlo puoi recarti nella sezione Pubblico, oppure direttamente dal gruppo di inserzioni, crea un pubblico personalizzato.

Pubblico simile (o looklike).

In alternativa, al pubblico personalizzato, puoi creare un pubblico simile (o looklike), il pubblico simile si crea selezionando un pubblico personalizzato, oppure da una origine, come il pixel.

Una volta selezionato, scegli la percentuale del pubblico looklike.

Crea un pubblico simile

 

Clicca su crea pubblico.

3. Come scegliere i posizionamenti

I Posizionamenti vengono scelti in base a dove vorresti che la campagna venga visualizzata. Puoi scegliere tra:

  • posizionamenti automatici
  • posizionamenti manuali

All’inizio ti consiglio di creare una campagna con posizionamenti automatici, in modo da raggiungere più copertura possibile, ed in un secondo momento verificare quali posizionamenti la campagna è risultata più performante.

Posizionamenti manuali ed automatici

Nel caso dovessi scegliere i posizionamenti manuali, hai a disposizione vari posizionamenti, suddivisi:

  • Feed
  • Stories e Reels
  • In-stream
  • Cerca
  • Nell’articolo
  • App e siti

I posizionamenti possono essere testati per verificare le performance di una campagna, successivamente si può verificare i posizionamenti che portano più prestazioni e risultati.

Ci sono altri tipi di posizionamenti che puoi scegliere, ossia:

  • mobile
  • desktop

Nel caso in cui dovessi scegliere i posizionamenti dell’Audience Network, puoi decidere di inserire una lista di editori dove non si vuole posizionare la campagna.

Inoltre, in base ai posizionamenti scelti si dovrà sviluppare la creatività con le dimensioni giuste per ogni posizionamento.

Ad esempio, se decido di avviare una campagna con creatività immagine, eviterai di scegliere come posizionamento Feed dei video di Facebook, Marketplace e In-Stream.

Se decidi di selezionare i posizionamenti App e Siti, ti ricordo di visitare la sezione Brand Safety, in modo da creare dei filtri dove non vorresti che le tue campagne vengano visualizzate.

Brand Safety

4. Come ottimizzare una campagna su Facebook Ads

L’ottimizzazione di una campagna è uno degli aspetti più importanti, in base all’ottimizzazione chiedo all’algoritmo di ottimizzare la campagna per dei risultati ben specifici. Ossia le azioni che vorrei ottenere dal pubblico selezionato.

Nel caso della nostra campagna traffico, hai 4 tipi di ottimizzazione:

  • Visualizzazione della pagina di destinazione, l’inserzione viene mostrata alle persone che cliccano nell’inserzione e caricano la pagina di destinazione. Ideale per portare traffico nelle landing page o pagine di vendita.
  • Click sul link, voglio ottenere il maggior numero di click dalla campagna. È il caso delle campagne PPC, e quando si vuole aumentare il volume di traffico sul sito web o e-commerce
  • Impression, l’inserzione viene mostrata più volte nei posizionamenti durante il giorno 
  • Copertura giornaliera unica, l’inserzione viene mostrata una volta sola nei posizionamenti

In base a come vuoi ottimizzare una campagna, avrai delle metriche diverse nel report e dovrai fare le dovute valutazioni.

Ma, se l’obiettivo primario è ottenere più clic possibili, andrai ad ottimizzare la campagna per click sul link.

Invece, se vuoi ottenere più visualizzazioni della pagina, ottimizzerai per visualizzazione della pagina di destinazione.

5. Come creare un’inserzione su Facebook Ads

Una volta ottimizzata la campagna si passa alla parte creativa: creare l’inserzione.

Come puoi vedere nell’immagine sotto bisogna:

  • dare un nome all’inserzione, il nome può contenere un dettaglio che riguarda il tipo di creatività scelto
  • selezionare la pagina facebook e l’account instagram dove si vuole avviare la campagna
  • selezionare, se creare un’inserzione nuova oppure utilizzare un post esistente 

Post esistente.

I benefici di utilizzare un post esistente sono: copy e immagini pronti. Viene utilizzato un post esistente quando il post ha già avuto interazione. Lo svantaggio nell’utilizzare un post esistente che non si può cambiare creatività e copy quando la campagna è in corso.

Consiglio questa opzione solo in alcuni casi.

Nuova inserzione.

Se si vuole testare un’altra creatività, puoi sempre aggiungere al gruppo di inserzioni un’inserzione, con copy e creatività differenti.

Il vantaggio di creare un’inserzione nuova è il cambio di  creatività e copy quando la campagna è attiva.

Ora seleziona il tipo di formato tra:

  • carosello, si possono inserire fino a 10 creatività, immagini e video, puoi inserire link diversi
  • immagine o video singolo 
  • raccolta (adatto per inserzione mobile), gruppo di contenuti che si apre come esperienza interattiva 
  • aggiungi un’esperienza interattiva

Formato dell'inserzione

 

Una volta aggiunta la creatività, continua con l’inserimento dei testi:

  • il Testo principale
  • titolo dell’inserzione vicino alla call to action dell’inserzione 
  • descrizione
  • link di destinazione
  • CTA, calla to action

Come puoi vedere nella parte destra abbiamo una preview dell’inserzione nei vari posizionamenti scelti.

creatività dell'inserzione

Puoi selezionare più opzioni per il testo principale, titoli, e descrizioni, in modo da testare più testi.

Ecco le due domande frequenti che mi chiedono corsisti e social media manager quando devono avviare una campagna:

  1. Meglio il copy breve o lungo? Il copy breve è indicato quando voglio portare le persone subito all’azione, nel caso delle campagne di traffico è l’ideale. Mentre utilizzerò un copy lungo quando voglio aumentare il tempo di permanenza nell’inserzione, e convincere le persone (persuadere) a cliccare nell’inserzione.
  2. In una campagna di traffico, meglio una creatività video o immagine? L’immagine porta le persone a cliccare nel link, il video aumenta l’interazione con l’inserzione. Per portare traffico verso il sito web meglio una creatività immagine.

Dopo queste valutazioni sui copy e sulla creatività. Ti consiglio di creare più inserzioni, una con una creatività immagine e una con un video di massimo 10-15 secondi. In questo modo potrai valutare le performance e risultati ottenuti da entrambe le creatività.

Continua ad inserire le informazioni come il link della pagina che vorresti promuovere, oppure puoi promuovere un evento su Facebook, o inserire il numero di telefono.

Importante inserire la CTA, call to action giusta, come  “Scopri di più”, “Richiedi Subito”, “Richiedi un preventivo”.

Ottimizza la creatività

 

Monitoraggio.

Una volta creata l’inserzione passa al monitoraggio, seleziona il Pixel di Facebook che hai deciso di inserire nella pagina del sito web o landing page.

Se non hai ancora inserito il pixel di Facebook nel tuo sito, ti consiglio di crearlo ed installarlo nel sito web e nella pagina che vorresti promuovere.

Monitoraggio della campagna tramite Pixel

Configura il Pixel di Facebook in una pagina del sito web.

Il Pixel di Facebook è un codice html di monitoraggio da installare in una pagina del sito web, e permette di monitorare il comportamento e l’attività degli utenti nella pagina in cui è stato installato il pixel.

Perchè è importante installarlo?

Grazie al Pixel puoi avere 3 vantaggi:

  1. monitorare l’attività degli utenti nella pagina, come click e visite
  2. puoi verificare i risultati raggiunti con la campagna grazie al monitoraggio
  3. una volta raggiunta una buona attività con il pixel, puoi creare un pubblico personalizzato dai visitatori del sito web e creare campagne di re-targeting.

N.B.: Consiglio di installare il pixel prima di creare una campagna traffico e conversione, o comunque qualsiasi campagna dove inserisco il link di destinazione.

Come installare il Pixel?

Il pixel può essere installato in due modalità:

  • manualmente, oppure con l’aiuto di uno sviluppatore
  • usa una integrazione partner

Per installare il Pixel, recati nel business Manager e clicca su “Origine dei dati”, poi su “aggiungi”.

Se sei alle prime armi, ti consiglio di aggiungere il pixel grazie all’uso di un partner, ti verrà più semplice installare e configurare il pixel.

Una volta confermato il Pixel dell’inserzione, ti consiglio di aggiungere degli eventi nella tua pagina che monitorano l’attività svolta dagli utenti che atterrano nella pagina.

Puoi aggiungere gli eventi, nelle impostazioni del pixel. Ogni pixel creato ha una dashboard dove puoi:

  • avere una panoramica dei dati
  • testare gli eventi e verificare l’url dove hai installato il pixel
  • diagnostica del pixel
  • cronologia del pixel, una cronologia delle modifiche al pixel
  • Impostazioni, dove puoi impostare delle modifiche al pixel in base ai cookie del tuo sito web e inserire altri dati per configurare meglio il pixel e il monitoraggio del traffico.

Ti consiglio di installare l’estensione Chrome “Facebook Pixel Helper”, che verifica il corretto svolgimento del pixel nella pagina.

N.B.: presta attenzione ai nuovi aggiornamenti di Apple IOS 14 sulla pubblicità su Facebook, e il modo con cui il pixel monitora gli eventi avuti dagli utenti che hanno questo nuovo aggiornamento.

Ulteriori dettagli nel monitoraggio.

Prima di cliccare su Pubblica, ti consiglio di aggiungere questi dettagli alla tua campagna, ossia, crea un “Parametro URL”, che identifica i seguenti valori.

Crea un parametro URL

Il risultato è un parametro UTM, che identifica gli elementi delle inserzioni, in questo modo puoi confrontare i risultati di più inserzioni in base a questi valori.

Una volta controllato tutto, puoi cliccare su “Pubblica“.

Cosa accade una volta pubblicata la campagna?

Una volta pubblicata la campagna ed approvata, la campagna entra in una prima fase definita “Apprendimento“, troverai questo stato temporaneo del gruppo di inserzioni, in cui vi sono diverse oscillazioni di costo per risultato.

Questo dipende come la campagne è stata configurata, in base al budget, pubblico e ottimizzazione.

Per uscire dalla fase di apprendimento il gruppo di inserzioni deve ricevere un minimo di 50 eventi in base all’impostazione della finestra di attribuzione.

6. Come leggere i risultati raggiunti

Quando la campagna è attiva, consiglio di monitorarla ogni 24/48 ore, e in base ai risultati che si vogliono ottenere anche due volte al giorno.

Dal Gestione Inserzioni puoi monitorare la campagna in corso, basta cliccare in Visualizza i grafici e verificare le prestazioni della campagna in quel momento.

Visualizza grafici dell'inserzione

 

Nel caso della campagna di traffico verso il sito, puoi verificare le prestazioni come:

  • click sul link
  • costo per risultato

In base al pubblico selezionato, verifica Genere e Età, e come questi stanno interagendo con la campagna.

Nella sezione del Posizionamento puoi verificare le performance dove la campagna è stata posizionata ed ha ottenuto maggiori risultati.

Come creare un Report Pubblicitario.

Un altro modo per verificare i risultati di una campagna in corso, è di creare un vero e proprio Report Personalizzato, basta recarsi in Report Pubblicitari.

Puoi creare il report selezionando dettagli e metriche, non dimenticare l’arco temporale. I Report possono essere condivisi con un team e scaricati in excel e csv.

Report Pubblicitari

Come leggere un Report Pubblicitario.

In base ai dettagli e le metriche selezionate andrai a leggere e verificare le performance ottenute con la campagna.

Le principali metriche di una campagna di traffico verso il sito o una pagina di destinazione, sono:

  • Copertura: persone uniche raggiunte con la campagna
  • Impression: totale delle visualizzazioni della campagna (sempre maggiore della copertura)
  • Frequenza: frequenza di visualizzazione nei posizionamenti della campagna, può variare una o due volte al giorno
  • Click sul link: totale dei click ottenuti
  • CPM: costo per 1000 impression
  • CPC: costo per ogni click ricevuto
  • CTR: percentuale di visualizzazione di una campagna e tasso di click generato

Quando devo presentare un report al cliente o verificare le prestazioni di una campagna, valuto queste principali metriche:

  • copertura
  • impression
  • click sul link
  • costo per risultato
  • i risultati ottenuti dagli eventi creati nella pagina
  • CTR
  • area geografica
  • genere
  • età
  • dispositivo dell’impression
  • posizionamento

Queste sono le valutazioni in termini di prestazioni e metriche.

Le altre valutazioni riguardano:

  • copy 
  • creatività

Analizzare una campagna in corso o a termine richiede attenzione e tempo.

7. Quali errori evitare in una campagna Facebook Ads

Gli errori da evitare sono i seguenti:

  • non lasciare fare al caso
  • non verificare la presenza di eventuali competitor
  • inserire i dati e le informazioni nel gestione inserzioni senza aver ideato la campagna
  • farsi prendere dall’ansia da performance
  • non rispettare la policy di Facebook

8. Trend 2021 di Facebook Ads 

I Trend di Facebook Advertising per il 2021, come tipo di campagna, da poter inserire nel tuo piano advertising sono:

  • le Campagne Generazione di Contatti, per acquisire contatti e-mail e creare campagne di lead generation
  • Le Campagne Brand Awareness, sono tra le campagne più performanti e scelte dai grandi brand per aumentare la notorietà dei loro nuovi prodotti
  • Le campagne prodotti nel catalogo, per chi ha uno shop e vuole aumentare le vendite dei prodotti direttamente dalla piattaforma.

Mentre dal punto di vista creativo ed intrattenimento, il formato mobile deve essere tra le tue priorità, comunque ho selezionato le seguenti creatività per questo 2021:

  • inserzione reels
  • inserzione carosello (per e-commerce)
  • raccolta
  • short video di 5/10 secondi
  • stories ads

Da non trascurare come creatività: le immagini e video nel formato 4:5.

Consigli e suggerimenti

Di seguito ti indico dei link utili da visitare e consultare per le tue campagne Facebook Ads.

Conclusioni

Ho pensato di scrivere questa guida sulla base dei corsi e workshop che ho tenuto su Facebook Ads, e dalle innumerevoli domande ricevute sul tema da parte di imprenditori e social media manager.

Ripeto, investire in Facebook Ads non è uno scherzo (o un gioco).

Bisogna aver ben chiari gli obiettivi di business da raggiungere, studiare un piano di azione per evitare sprechi di budget, ed avere campagne performanti e risultati concreti.

Spero che questa guida ti sia utile per raggiungere i tuoi risultati con le Campagne Facebook ed avere un ritorno sull’investimento.

Se hai bisogno di una consulenza o di una strategia per le tue campagne Facebook, puoi contattarmi subito.

Se ti è piaciuto questo contenuto, condividilo su:

Marina Pitzoi Growth Hacker

Mi chiamo Marina Pitzoi, sono una Social Media Specialist & Growth Hacker.
Con i clienti creo una relazione che mi aiuti a pianificare la strategia di growth hacking marketing adatta per far crescere un’azienda. L’obiettivo? Raggiungere i loro obiettivi di business e marketing attraverso il digitale.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noiCookie policy Cookie policy